Mammella

Introduzione:

Il seno è un organo situato nella parte alta del torace ed è composto principalmente da un insieme di ghiandole e di tessuto adiposo. Dal capezzolo si diramano a raggio diverse strutture ghiandolari, dette lobuli. Queste strutture sono mediamente diciotto, e servono per produrre il latte materno. I lobuli sono uniti fra di loro ma anche al capezzolo attraverso i dotti lattiferi.

 

Diagnosi:

I tumori della mammella sono divisi a seconda che siano benigni, in questo caso parleremo di fibromi, o che siano maligni nel qual caso parleremo di adenocarcinomi.

Anche in questo caso, le neoplasie al seno sono asintomatiche nei primi stadi; anzi un eventuale dolore è provocato da cisti benigne. Comunque la prevenzione gioca un ruolo fondamentale poiché le forme tumorali palpabili sono generalmente indicative di un cancro oltre lo stadio zero. Visite ginecologiche costanti e autoesami (come l’autopalpazione appunto) sono importantissimi per identificare in tempo un potenziale cancro. Si raccomanda quindi di seguire i controlli predisposti dal medico ginecologo di riferimento che consistono generalmente in mammografie ed ecografie.

Se la palpazione o la mammografia o l’ecografia danno diagnosi positiva si procede con una biopsia della massa rilevata per eseguire degli esami (come l’esame citologico e microistologico) e per accertarne la natura e le caratteristiche.
Le statistiche a riguardo mostrano una sopravvivenza a cinque anni del 98% se il tumore viene identificato subito, ovvero allo stadio 0.

Terapia:

fibromi della mammella possono essere trattati chirurgicamente con l’asportazione o con tecniche mininvasive come la criochirurgia.

Gli adenocarcinomi possono essere trattati chirurgicamente oppure con tecniche ablative mininvasive. Nel primo caso si procede mediante quadrantectomia, ovvero l’asportazione parziale del tessuto mammario coinvolto e di un “linfonodo sentinella” o mediante mastectomia, ovvero l’exeresi (asportazione) più o meno demolitiva della mammella a seconda della gravità della malattia;

A seconda dei casi2,3,11, le tecniche mininvasive possono essere un valido sostituto alla chirurgia10, poiché permettono di avere una piena guarigione dalla malattia e preservare l’aspetto estetico dell’organo. Nel caso della crioablazione abbiamo una tecnica che è in uso da diversi anni oramai negli Stati Uniti e in altri paesi ed è stato riscontrato che la capacità di neutralizzare totalmente il tessuto tumorale dalla mammella è equivalente a quello della tecnica tradizionale10; inoltre è ben considerata per il metodo semplice di esecuzione, l’assenza di dolore, basse complicanze e per l’effetto immunologico tipico della crioablazione9.

La paziente inoltre, potrà tornare a casa il giorno medesimo dell’operazione; nel corso delle settimane e mesi successivi, il volume interessato dalle basse temperature verrà riassorbito dall’organismo dando esito a una riduzione delle dimensioni o addirittura a una scomparsa totale del cancro1 o del fibroma8, lo spavento è minimo come il dolore (quasi del tutto assente) mentre il risultato estetico è considerato ottimo tanto da poter considerare la crioablazione una delle tecniche preferibili per curare il fibroadenoma8.

Anche nelle forme metastatiche e/o dolorose la criochirurgia è considerata un’ottima soluzione chirurgica. L’efficacia come intervento tollerabile in caso di elevate comorbidità, permette alla criochirurgia di essere utilizzata per controllare forme metastatiche e i dolori a loro collegati4,5. Sembra sia vincente anche la combinazione di crioablazione con ipertermia nel trattamento di metastasi cutanee7.

Uno studio italiano recente ha confrontato a livello di efficacia l’ablazione per radiofrequenze (l’RFA è un’altra tecnica mininvasiva per l’ablazione termica dei tessuti tumorali) con la crioablazione (CA) e, sebbene le parifichi per l’efficacia dell’ablazione provocata, predilige la CA proprio per il suo effetto palliativo per il dolore5.

  1. Breast pathology after cryotherapy. Histological regression of breast cancer after cryotherapy.
    Gajda MR1, Mireskandari MBaltzer PAPfleiderer SOCamara ORunnebaum IBKaiser WAPetersen I.
    Pol J Pathol. 2014 Mar;65(1):20-8.
  2. Percutaneous Image-Guided Cryoablation of Breast Cancer: A Systematic Review.
    Lanza E1, Palussiere J2, Buy X2, Grasso RF3, Beomonte Zobel B3, Poretti D4, Pedicini V4, Balzarini L4, Cazzato RL3.
    J Vasc Interv Radiol. 2015 Nov;26(11):1652-7.e1. doi: 10.1016/j.jvir.2015.07.020. Epub 2015 Sep 3.
  3. A Pilot Study of Ultrasound-Guided Cryoablation of Invasive Ductal Carcinomas up to 15 mm With MRI Follow-Up and Subsequent Surgical Resection.
    Poplack SP1, Levine GMHenry LWells WAHeinemann FSHanna CMDeneen DRTosteson TDBarth RJ Jr.
    AJR Am J Roentgenol. 2015 May;204(5):1100-8. doi: 10.2214/AJR.13.12325.
  4. Cryoablation of sternal metastases for pain palliation and local tumor control.
    Hegg RM1, Kurup AN2, Schmit GD1, Weisbrod AJ1, Atwell TD1, Olivier KR3, Moynihan TJ4, Callstrom MR1.
    J Vasc Interv Radiol. 2014 Nov;25(11):1665-70. doi: 10.1016/j.jvir.2014.08.011. Epub 2014 Sep 23.
  5. Subclinical Breast Cancer: Minimally Invasive Approaches. Our Experience with Percutaneous Radiofrequency Ablation vs. Cryotherapy.
    Manenti G1, Scarano AL1, Pistolese CA1, Perretta T1, Bonanno E2, Orlandi A2, Simonetti G1.
    Breast Care (Basel). 2013 Oct;8(5):356-60. doi: 10.1159/000355707.
  6. Breast cryoablation in patients with bone metastatic breast cancer.
    Pusceddu C1, Sotgia B2, Amucano G2, Fele RM2, Pilleri S3, Meloni GB3, Melis L2.
    J Vasc Interv Radiol. 2014 Aug;25(8):1225-32. doi: 10.1016/j.jvir.2014.05.001. Epub 2014 Jun 16.
  7. Combination cryosurgery with hyperthermia in the management of skin metastasis from breast cancer: A case report.
    Hachisuka J1, Doi KFurue M.
    Int J Surg Case Rep. 2012;3(2):68-9. doi: 10.1016/j.ijscr.2011.10.016. Epub 2011 Nov 10.
  8. Cryosurgery for breast fibroadenomas.
    Niu L1, Wu B1, Xu K1.
    Gland Surg. 2012 Aug;1(2):128-31. doi: 10.3978/j.issn.2227-684X.2012.08.02.
  9. Cryosurgery in the treatment of women with breast cancer-a review.
    Tarkowski R1, Rzaca M1.
    Gland Surg. 2014 May;3(2):88-93. doi: 10.3978/j.issn.2227-684X.2014.03.04
  10. Nonsurgical ablation of breast cancer: future options for small breast tumors.
    Sabel MS1.
    Surg Oncol Clin N Am. 2014 Jul;23(3):593-608. doi: 10.1016/j.soc.2014.03.009. Epub 2014 Apr 24.
  11. Recent perspectives of management of breast cancer metastasis - an update.
    Cazzato RL1,2, de Lara CT3, Buy X4, Ferron S5, Hurtevent G6, Fournier M7, Debled M8, Palussière J9.
    Cardiovasc Intervent Radiol. 2015 Oct;38(5):1237-43. doi: 10.1007/s00270-015-1181-5. Epub 2015 Jul 17.

Top