Fegato

Introduzione:

Il fegato è la ghiandola più estesa del corpo umano e ha sia funzione endocrina sia esocrina. Situata sotto il diaframma, sul lato destro del corpo, affianca lo stomaco e il colon traverso. Esso produce anche la bile per emulsionare i grassi, ed è anche il responsabile del metabolismo dei carboidrati e delle proteine ma non solo.

Questa ghiandola è la responsabile di molte altre funzioni come il metabolismo dei lipidi, la distruzione dell’emoglobina e numerose sostanze tossiche, trasforma l’ammoniaca in urea e funge da deposito di sostanze come il ferro e rame.

Le forme tumorali che più spesso si riscontrano nel fegato sono l’adenoma e l’angioma per le forme benigne, e il carcinoma epatocellulare per quelle maligne considerando anche le metastasi causate da altri tumori detti primitivi.

Diagnosi:

Solitamente si scoprono le malattie tumorali con ecografia, TAC o RMN, spesso nei normale controlli di altre patologie tumorali; infatti il tumore al fegato in genere è asintomatico nelle fasi iniziali.

Le varie fasi tumorali di quest’organo determinano la sua operabilità o inoperabilità, poiché molte altre morbidità, come la cirrosi epatica pregressa o conseguente, ne minano la funzionalità e pregiudicano quindi la possibilità di asportazione parziale.

Terapia:

L’evoluzione della tecnologia in genere e numerosi studi effettuati sul carcinoma epatocellulare o epatocarcinoma (CEC o HCC) hanno ampliato il panorama delle tecniche di cura utilizzabili in numerose situazioni. Una pubblicazione recente (ottobre 2016) afferma di poter consigliare o la resezione parziale dell’organo o la crioablazione in base a biomarcatori presenti nel sangue7. Tralasciando i casi limite di trapianto, la criochirurgia è stata riconsiderata come tecnica plausibile fino a diventare parificabile alla radiofrequenza in termini di efficacia4 o addirittura preferibile alla radiofrequenza o alle microonde9. Rispetto ad altri sistemi che utilizzano il calore, la criochirurgia non necessita di anestesia profonda generale e può essere applicata anche vicino ai grossi vasi, alla cupola epatica o presso la parete toracica1,3,6,11,14.

Gli studi effettuati in molti centri sparsi nel mondo dimostrano che la criochirurgia:

  • Risulta efficace a scopo palliativo (riduce i dolori provocati dal cancro) nei casi non approcciabili5;
  • È efficace in casi avanzati di epatocarcinoma6,13;
  • Applicata alle metastasi al fegato è sinergica alla chemioterapia8;
  • ha un controllo locale migliore rispetto alle microonde e alla radiofrequenza9,10,13,14, è possibile vedere la crescita della palla di ghiaccio tramite tac, può essere usata vicino grandi vasi e ha un effetto antidolorifico; non sussistano ulteriori differenze apprezzabili tra le tecniche in termini di mortalità e progressione della malattia e complicanze14;

La criochirurgia può essere applicata nel fegato mediante l'introduzione di aghi sottili in anestesia locale con o senza sedazione2. Questi sottili aghi sono chiamati criosonde e permettono di generare nel tumore delle temperature ultra-basse (fino a -180°C) che uccidono le cellule tumorali in modo controllato rapido ed efficace. I pazienti possono essere dimessi in 24h. Anche più di un tumore può essere aggredito e distrutto nella medesima sessione.

  1. Multicenter randomized controlled trial of percutaneous cryoablation versus radiofrequency ablation in hepatocellular carcinoma.
    Wang C1, Wang HYang WHu KXie HHu KQBai WDong ZLu YZeng ZLou MWang HGao XChang XAn LQu JLi JYang Y.
    Hepatology. 2015 May;61(5):1579-90. doi: 10.1002/hep.27548. Epub 2015 Mar 20.
  2. Advances in clinical application of cryoablation therapy for hepatocellular carcinoma and metastatic liver tumor.
    Hu KQ1.
    J Clin Gastroenterol. 2014 Nov-Dec;48(10):830-6. doi: 10.1097/MCG.0000000000000201.
  3. Comparison of percutaneous cryoablation with microwave ablation in a porcine liver model.
    Niu L1, Li J2, Zeng J2, Zhou L2, Wang S3, Zhou X2, Sheng L4, Chen J5, Xu K1.
    Cryobiology. 2014 Apr;68(2):194-9. doi: 10.1016/j.cryobiol.2014.01.005. Epub 2014 Jan 29.
  4. Cryoablation Versus Radiofrequency Ablation for Hepatic Malignancies: A Systematic Review and Literature-Based Analysis.
    Wu S1, Hou JDing YWu FHu YJiang QMao PYang Y.
    Medicine (Baltimore). 2015 Dec;94(49):e2252. doi: 10.1097/MD.0000000000002252.
  5. Alleviating the pain of unresectable hepatic tumors by percutaneous cryoablation: Experience in 73 patients.
    Xin'an L1, Jianying Z2, Lizhi N3, Fei Y4, Xiaohua W1, Jibing C5, Jialiang L3, Kecheng X2.
    Cryobiology. 2013 Oct 25. pii: S0011-2240(13)00392-1. doi: 10.1016/j.cryobiol.2013.10.005.
  6. Analysis of therapeutic effectiveness and prognostic factor on argon-helium cryoablation combined with transcatheter arterial chemoembolization for the treatment of advanced hepatocellular carcinoma.
    Huang C1, Zhuang W1, Feng H1, Guo H1, Tang Y1, Chen H1, Huang Y1.
    J Cancer Res Ther. 2016 Dec;12(Supplement):C148-C152. doi: 10.4103/0973-1482.200605.
  7. Circulating tumour cells as biomarkers for evaluating cryosurgery on unresectable hepatocellular carcinoma.
    Shi J1, Li Y2, Liang S2, Zeng J2, Liu G2, Mu F2, Li H2, Chen J2, Lin M2, Sheng S3, Zhang H3, Liu T1, Niu L2.
    Oncol Rep. 2016 Oct;36(4):1845-51. doi: 10.3892/or.2016.5050. Epub 2016 Aug 25.
  8. Cryoablation plus chemotherapy in colorectal cancer patients with liver metastases.
    Li Z1, Fu YLi QYan FZhao JDong XZhang Y.
    Tumour Biol. 2014 Nov;35(11):10841-8. doi: 10.1007/s13277-014-2374-2. Epub 2014 Aug 1.
  9. Cryoablation provides superior local control of primary hepatocellular carcinomas of >2 cm compared with radiofrequency ablation and microwave coagulation therapy: an underestimated tool in the toolbox.
    Ei S1, Hibi TTanabe MItano OShinoda MKitago MAbe YYagi HOkabayashi KSugiyama DWakabayashi GKitagawa Y.
    Ann Surg Oncol. 2015 Apr;22(4):1294-300. doi: 10.1245/s10434-014-4114-7. Epub 2014 Oct 7.
  10. Cryoablation Versus Radiofrequency Ablation for Hepatic Malignancies: A Systematic Review and Literature-Based Analysis.
    Wu S1, Hou JDing YWu FHu YJiang QMao PYang Y.
    Medicine (Baltimore). 2015 Dec;94(49):e2252. doi: 10.1097/MD.0000000000002252.
  11. Percutaneous Tumor Ablation Tools: Microwave, Radiofrequency, or Cryoablation—What Should You Use and Why?
    J. Louis Hinshaw, MD,  Meghan G. Lubner, MD, Timothy J. Ziemlewicz, MD, Fred T. Lee, Jr, MD, and Christopher L. Brace, PhD
    Radiographics. September-October 2014; 34(5): 1344–1362.
  12. Percutaneous cryoablation of ovarian cancer metastasis to the liver: initial experience in 13 patients.
    Gao W1, Guo ZZhang XWang YZhang WYang XYu H.
    Int J Gynecol Cancer. 2015 Jun;25(5):802-8. doi: 10.1097/IGC.0000000000000420.
  13. Percutaneous ablative treatments of hepatocellular carcinoma.
    Gian Ludovico Rapaccini M.D., PH.D
    Hepatology, March 2015, DOI: 10.1002/hep.27615
  14. Percutaneous cryoablation for hepatocellular carcinoma.
    Song KD1.
    Clin Mol Hepatol. 2016 Dec;22(4):509-515. doi: 10.3350/cmh.2016.0079.

Top